L' angolo della Poesia1





In queste pagine vogliamo riportare alcuni contributi poetici del nostro socio Gian Luigi Grimoldi.









Milan le un gran Milan

                
da porta Cica a la Buisa
da Gorla fino al Dom
tuti bei e in divisa
ien rivaa anca de Com
Hanno invaso piazze e cortili
spazzato via le polveri sottili
han lavato orgogli e pregiudizi
senza fare tanti comizi
ghe pasaa l'esercito del fare
dell'esserci e del donare
in qualsiasi uccasiun
dove sciopa un quai bignun
era come un fiume in piena
han riempi la darsena e l'arena
portando via applausi e stret de man
riconoscenti per quel che gli alpini fan
han sfilaa in cuntinuaziun
rappresentaven tanti naziun
han creaa tale emuziun
che dal ciel ghe vegnugio i gutun
o Madona piscinina
che te brilet de luntan
fa de l'Italia mingherlina
una naziun cun el coor in man



Esperienze di un volontario

Quanto amore
ho scoperto in un sorriso
Nello sguardo di un bambino
nella stretta di una mano
e sentire un fuoco strano
che scaldava in quel momento
il mio cuore reso contento

ho scoperto in un amico
nel momento che ho capito
l'amicizia un giorno donata
nel tempo si è mai incrinata

nel silenzio di un malato
dopo averlo accarezzato
nel veder il suo sorriso
e una lacrima giù dal viso

nell'importanza di un silenzio
la rinuncia ad uno screzio
da dividere con chi
ogni giorno si costruisce un sì

Ed allora eccomi qui
per dire grazie e tanti sì
per non vedere sempre nero
per aver scoperto l'amore vero.




               Natale 2019

               Batuffoli di neve
               scendon giù lieve
               il passero sul ramo
               scruta piano piano
               un seme una bacca
               sotto la coltre fiacca

                  C’è calma c’è silenzio
                  tutto quanto va a rilento
                  Anche l’uomo appare buono
                  va alla ricerca di un dono
                  per amicizia per amore
                  o aiutando chi nel dolore

               Sotto la coltre bianca c’è movimento
               nell’attesa del momento
               di esprimersi di sbocciare
               con colori e profumare
               questo mondo deturpato
               fino ad ora consumato
               proponendo da ora in poi
               conversione da tutti noi

                  E’ Natale giorno di un dono
                  giorno di perdono
                  giorno di promesse
                  quasi sempre le stesse

               E’ Natale è sbocciato un germoglio
               ora abbassiamo l’orgoglio
               e guardiamo all’insù
               ascoltando il buon Gesù

                                         



               Mi scrive un amico

               Cerco una panchina invitante
               per sedermi un istante
               per non scordare il passato
               e sperando un futuro più grato
               con qualcuno accanto
               per condividere l'incanto
               per sentire il calore
               e il battito del suo cuore
               perchè una lacrima e un sorriso
               passan via in un mondo intriso
               di brutture e di bellezze......
               pensa allora alle carezze
               che dan sollievo a chi è giù
               e sarai con loro un po' più sù
               l'anno nuovo che verrà
               pace e bene porterà?
               Fermati un istante e pensa
               ma non pensare di fermarti
               perchè la vita è sempre intensa
               e bisogna andare avanti
               fra una lacrima ed un sorriso
               a cattiva sorte fai buon viso
               e sii speciale per domani
               fai gli auguri a piene mani