HOMEMarcia della LegalitàLa prima edizione di "In cammino per la legalità"

La prima edizione di "In cammino per la legalità"

26 maggio 2022


Perché iniziamo da Seregno, Giussano e Desio?
È un asse territoriale dove storicamente e da lungo tempo la presenza mafiosa è stata particolarmente pervasiva, interessando non solo i comuni limitrofi, ma l'intera Brianza. Basta mettere in evidenza che Desio e Seregno sono le due città della provincia che a seguito di inchieste che hanno investito le amministrazioni comunali del tempo sono andate ad un soffio dallo scioglimento per infiltrazione mafiosa. Mentre Giussano ha operato a lungo uno dei capi 'ndrangheta più potenti della Lombardia, Antonino Belnome, oggi collaboratore di giustizia, la cui caratura criminale emerge con chiarezza dal docufilm "Il padrino e lo scrittore" del regista Marco Tagliabue che ha partecipato ed è intervenuto alla nostra Camminata per la legalità e l'inclusione.
Ma a Giussano è nata anche la più bella realtà della nostra provincia sui beni confiscati. È la realtà di CASANOSTRA, ed è proprio da lì che abbiamo voluto iniziare questo nostro primo cammino per difendere e conquistare legalità e inclusione.