CERCA NEL SITO
Loading
NOVEMBRE 2019
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
23
24
25
26
27
28
29
30

ANCHE AUSER LECCO IMPEGNATA CON IL “LEGALI-TOUR”

Una domenica alla scoperta dei beni confiscati all’ndrangheta per i giovani del Campo di Lavoro Antimafia organizzato anche quest’anno da Arci Lecco e Libera in collaborazione con  Cgil Lecco, Auser Lecco, cooperativa Alma Faber, Consorzio Consolida nonché realizzata in collaborazione con Arci Lombardia, Cgil Lombardia e i Comuni di Lecco e Olgiate Molgora.
Un “legali-tour”, come è stata definita l’iniziativa, che ha preso il via dal CFPP di via Montessori, dove dal 24 luglio al 2 agosto i ragazzi stanno trascorrendo questa esperienza insieme ai volontari di entrambe le associazioni lecchesi che li coinvolgono ogni giorno in attività educative e culturali.
A partecipare sono una una ventina i giovani: prima tappa del loro tour è stata l’ex pizzeria Wall Street, confiscata al clan Coco – Trovato negli anni ’90 e recentemente affidata ad Arci, Auser e alla cooperativa Olinda per farla rinascere come “pizzeria della legalità”.
Nei prossimi giorni i giovani sistemeranno le aiuole del corridoio all’ingresso dell’ex pizzeria con delle per abbellirlo e durante la settimana produrranno dei bancali colorati che dovranno fare parte dell’arredamento della nuova pizzeria.
Oltre a Wall Street, i giovani del campo di lavoro antimafia hanno fatto visita anche agli altri due beni confiscati all’organizzazione criminale: l’ex pizzeria Il Giglio di Pescarenico, da qualche mese diventato un centro di aggregazione per gli anziani del rione, e l’appartamento di viale Adamello che nel 2012 è stato destinato ad housing sociale.
Tre i beni confiscati alla mafia nella città di Lecco, mentre sono 22 quelli presenti su tutto il territorio provinciale
.
Fonte: lecconotizie.com



Credits