CERCA NEL SITO
Loading
DICEMBRE 2019
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

ROBERTO MARONI CONSEGNA LA BENEMERENZA AD AUSER LOMBARDIA

Venerdì 5 dicembre 2014 all'Auditorium Gaber di Palazzo Pirelli a Milano Regione Lombardia ha dedicato un riconoscimento ai volontari e alle organizzazioni di volontariato operanti in Lombardia: tra queste anche Auser Lombardia.
Per il 2014 Regione Lombardia ha voluto sottolineare il ruolo del volontariato accanto alla famiglia in difficoltà perché colpita da una malattia, da un ricovero, oppure vicino alle persone fragili, lontane dalle loro famiglie perché malate, o ricoverate nelle strutture sanitarie e sociosanitarie.
Per queste motivazioni - e soprattutto per dare evidenza della gratuità e del dono, che sono alla base dell’azione dei volontari - il 5 dicembre 2014 è stata indetta la "Giornata internazionale del volontariato, celebrazione regionale”.
Il tema di quest’anno è “Il volontario per la salute e per la famiglia” e la giornata ha voluto dare adeguato riconoscimento ai volontari e alle organizzazioni di volontariato operanti sul territorio regionale, la cui azione è finalizzata alla cura della persona malata, curata in famiglia o ricoverata in strutture sanitarie o sociosanitarie.
La giornata, celebrata con un convegno in Auditorium Gaber a Milano, P.za Duca D’Aosta, è stata organizzata in collaborazione con il Comune di Milano e con l’Ordine dei Medici di Milano, ed è stata arricchita dalle testimonianze delle realtà
più significative del volontariato lombardo nella cura, assistenza e sostegno della persona malata e della sua famiglia. Lella Brambilla, Presidente di Auser Lombardia, ha parlato della Telefonia Sociale, del Numero Verde 800995988 e del Filo d’Argento, attività storiche e identitarie di Auser. Strumenti che possono aiutare le persone fragili, in particolare anziani, a prolungare il più possibile la domiciliarità in condizioni di sufficiente autonomia personale.

Nella foto: Lella Brambilla mentre riceve la benemerenza da Roberto Maroni, Presidente di Regione Lombardia.



Credits