CERCA NEL SITO
Loading
NOVEMBRE 2019
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
23
24
25
26
27
28
29
30

VII edizione de "La Città che Apprende": Palermo 22-23 ottobre 2014

712 fra Università popolari e circoli culturali diffusi in tutta Italia, quasi 3800 gli insegnanti coinvolti (di questi, l’80% presta tempo e competenza a titolo del tutto gratuito); 6800 fra corsi, conferenze, visite culturali e altre iniziative, tutte all’insegna dell’apprendimento e della cultura proposte ad un pubblico di anziani ma che coinvolge sempre di più le generazioni più giovani, toccando la cifra di oltre 111.000 partecipazioni. Sono i numeri di uno dei settori più importanti dell’Auser, quello dell’educazione degli adulti che ogni anno coinvolge migliaia di partecipanti. Sono dati che segnano in modo positivo il compleanno dell’associazione che celebra quest’anno 25 anni di attività.

All’educazione degli adulti ed al diritto dei cittadini all’apprendimento permanente è dedicata la settima edizione della Città che apprende, l’evento a cadenza biennale che l’Auser dedica proprio a queste tematiche e che si terrà a Palermo il 22 e 23 ottobre 2014. Un appuntamento importante che coincide con i 25 anni di costituzione dell’Associazione.
Il centro della discussione di quest’anno sarà costituito dal riaffermare il diritto di accesso alla cultura per i cittadini in tutto l’arco della loro vita. A Palermo si presenterà il documento approvato dalla Conferenza nazionale unificata che vede insieme le Regioni, gli Enti locali, il Ministero dell’Istruzione e quello del Lavoro, nel quale si riconosce per la prima volta il ruolo determinante dei soggetti del terzo settore nel realizzare il diritto all’apprendimento permanente, ruolo riconosciuto nell’ambito del sistema pubblico di educazione.
Siamo il Paese dove solo il 6,6% dei cittadini risulta partecipare a questo tipo di attività, nonostante l’Unione Europea abbia fissato come obiettivo il 15% da raggiungere entro il 2020.Eppure per gli adulti, e ancora di più per gli anziani, l’educazione continua rappresenta uno strumento fondamentale per non rimanere esclusi. Per superare questo gap tutta la rete dell’educazione non formale rappresentate da università popolari e circoli culturali può fare molto e il documento scaturito dalla Conferenza Nazionale Unificata ne riconosce ruolo e importanza.
“La persona deve essere messa nelle condizioni di aggiornare e ridefinire il proprio progetto di vita in tutto l’arco della sua esistenza – sottolinea il presidente nazionale Enzo Costa – in questo percorso la conoscenza, la formazione, il sapere diventano momenti inclusivi fondamentali”.

PROGRAMMA DEI LAVORI

MERCOLEDÌ 22 OTTOBRE, HOTEL SAN PAOLO (VIA MESSINA MARINE, 91)
Si comincia il giorno 22 alle 10,30 presso l’Hotel San Paolo, bene da tempo confiscato ai capimafia di Brancaccio, i fratelli Graviano. Dopo i saluti delle autorità e dei rappresentanti sindacali, verrà esposta la relazione introduttiva di Patrizia Mattioli, componente della presidenza nazionale Auser. Alle ore 15.00 si terrà il momento dedicato a celebrare i 25 anni di Auser presieduto dal presidente Enzo Costa, con la presentazione dei primi esiti della ricerca condotta da Maria Paola Del Rossi della Fondazione Di Vittorio e l’intervento di Carla Cantone segretaria generale dello Spi Cgil. Successivamente, alle ore 16, si terrà “Dalla storia alle sfide future, la qualità al centro del nostro impegno”, uno spazio dedicato alle realtà ed alle esperienze delle università e dei circoli culturali Auser.
Nel corso della mattinata della prima giornata è previsto un intervento di Emanuele Macaluso.

GIOVEDÌ 23 OTTOBRE CASTELLO UTVEGGIO (VIA PADRE ENNIO PINTACUDA, 1)
A partire dalle ore 9,30 si terranno due tavole rotonde. La prima è intitolata “Il diritto di apprendere sempre. Primi passi per la costruzione delle reti territoriali integrate” e vedrà la partecipazione di alcuni rappresentanti delle Regioni: Nadia Garuglieri, coordinamento tecnico Commissione IX Conferenza delle Regioni; Pietro Marcolini, assessore alla cultura Regione Marche; Marco Masi dirigente istruzione Regione Toscana; Fabrizia Monti assessorato istruzione formazione e lavoro Regione Emilia Romagna; Franco Moretto dipartimento servizi sociosanitari e sociale Regione Veneto; Nelli Scilabra assessore istruzione e formazione della Regione Sicilia,
Alle ore 11,30 si terrà la seconda Tavola Rotonda, “Il valore irrinunciabile di continuare ad apprendere”, che coinvolgerà soggetti diversi: Sebastian Amelio, del Ministero dell’Istruzione Direzione Generale Ordinamenti Scolastici; Pietro Barbieri, portavoce del Forum del Terzo Settore; Davide Faraone, responsabile nazionale del PD del settore “welfare e scuola”, il rettore dell’università degli studi Roberto Lagalla; prof. Marco Trabucchi dell’Università di Roma Tor Vergata; Vera Lamonica, segretaria nazionale CGIL.
 
Coordinatore dei lavori Federica Margaritora, caporedattore di Radio InBlu.
Conclusioni a cura di Enzo Costa, presidente nazionale Auser.
INFO: www.auser.it
ufficiostampa@auser.it



Credits